fbpx

Regione Veneto POR- FESR 2014-2020

Data di pubblicazione: 18 Novembre 2020
La Regione Veneto mette a disposizione un voucher per finanziare le iniziative di sviluppo internazionale e di consolidamento dei mercati esteri per un valore massimo di 50.000€ e una quota a fondo perduto fino ad un massimo di 23.000€. La misura è dedicata alle PMI Venete ed ha come oggetto sia le spese finalizzate alla pianificazione promozionale nel paese target straniero, sia la consulenza specialistica di un Temporary Export Manager (TEM).
Team inJob
Team inJob Autore

INCENTIVI ALL’ACQUISTO DI SERVIZI A SUPPORTO ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE IN FAVORE DELLE PMI

FINALITA’

Il Bando è finalizzato a sostenere il sistema imprenditoriale veneto nello sviluppo dei processi di internazionalizzazione e di penetrazione o consolidamento nei mercati esteri. Attraverso il bando la Regione mette a disposizione delle PMI venete lo strumento operativo del “voucher” per l’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione.

OGGETTO

Il bando finanzia il ricorso a servizi di supporto, di consulenza e assistenza relativi alle seguenti tipologie:

  • Pianificazione promozionale
  • Pianificazione strategica
  • Supporto normativo e contrattuale
  • Affiancamento specialistico attraverso un Temporary Export Manager (TEM)

FINANZIAMENTO E CONTRIBUTO

PIANIFICAZIONE PROMOZIONALE

Servizi di consulenza/ assistenza finalizzati ad azioni promozionali, di comunicazione e di advertising sui mercati internazionali, identificati quali mercati target; all’attività di ricerca operatori/partner esteri per l’organizzazione di incontri promozionali.

  • Spesa minima: 10.000 euro
  • Spesa massima 20.000 euro
  • Quota massima a fondo perduto: 40%

AFFIANCAMENTO SPECIALISTICO (Temporary Export Manager – TEM)

Servizi di consulenza/assistenza che prevedano l’inserimento/coinvolgimento, in via temporanea, da un periodo minimo di 6 mesi e fino alla durata massima del progetto, di un Temporary Export Manager (TEM) impegnato nel processo d’internazionalizzazione dell’impresa richiedente, che assicuri la gestione e coordinamento del progetto d’internazionalizzazione.

  • Spesa minima: 12.000 euro
  • Spesa massima 30.000 euro
  • Quota massima a fondo perduto: 50%

SOGGETTO EROGATORE

I servizi specialistici di consulenza, di cui all’oggetto, dovranno essere erogati da fornitori registrati sul “Catalogo dei fornitori” pubblicato sul portale regionale Innoveneto (http://www.innoveneto.org).

Il nostro Partner, Marco Polo Srl, è già stato inserito nell’elenco regionale delle società accreditate (con il codice 304) ed è in possesso dei requisiti e delle referenze positive richieste per l’accreditamento.

BENEFICIARI

Possono presentare domanda di sostegno le micro, piccole e medie imprese (PMI) in possesso dei seguenti ulteriori requisiti:

  • Essere regolarmente costituite, iscritte nel registro delle imprese e attive presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio
  • Avere un’unità operativa attiva in Veneto nella quale realizzare le attività oggetto del voucher
  • Non presentare le caratteristiche di impresa in difficoltà

DURATA

I progetti dovranno essere conclusi entro 12 mesi dalla data di pubblicazione del decreto di concessione del sostegno.

PRESENTAZIONE DOMANDA

La domanda di sostegno deve essere compilata e presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato (SIU) per la Programmazione Unitaria della Regione.

Al termine della corretta compilazione di tutti i quadri della domanda di sostegno, corredata di tutta la documentazione obbligatoria, il Sistema Informativo fornirà un link univoco per la presentazione della domanda di sostegno (Click day).

La domanda deve essere presentata entro il 25 febbraio 2021.

Marco Polo Srl è accreditata per gestire tutte le fasi di presentazione della domanda.

CHI È MARCO POLO

Marco Polo è un’agenzia internazionale che da più di 12 anni affianca PMI nei progetti di internazionalizzazione. È presente in più di 30 paesi ed ha sviluppato in questi anni oltre 500 progetti e percorsi d’internazionalizzazione. Lavora a livello multisettoriale con particolare riferimento al settore del Made in Italy.

Allegati

Altri articoli che potrebbero interessarti

Il 27 e 28 aprile inJob organizza il corso di formazione gratuito "Addetto al picking e al confezionamento", finanziato Forma.Temp. Il percorso si svolgerà da remoto e ha l'obiettivo di far acquisire conoscenze circa il significato e l’importanza dell’attività di picking in rapporto ai costi che presenta alle aziende; inoltre
AppLavoro, il portale del mondo del lavoro più innovativo d'Italia che personalizza la ricerca con recensioni e videopresentazioni, ha selezionato inJob come migliore agenzia per il lavoro di Trento. Leggi l'intervista ai nostri colleghi del Triveneto Michele Meneghinello e Andrea Menestrina.
Il 30 e 31 Marzo inJob organizza il corso di formazione gratuito "Addetto Qualità nei Processi Produttivi", finanziato Forma.Temp. Il percorso si svolgerà da remoto e ha l'obiettivo di far acquisire conoscenza dei processi produttivi aziendali, della gestione e del monitoraggio dei controlli qualità. Si affronteranno aspetti: legislativi, sociali, economici,
Il nostro Presidente Carlo De Paoli intervistato da L'Arena: "I vent'anni di inJob sono stati festeggiati con la firma di una joint-venture con una società statunitense di San Francisco in California, la Infotech Sourcing".
Il 23 e 24 Febbraio inJob organizza il corso di formazione da remoto "Addetto ad Attività Alimentari", finanziato Forma.Temp. Il percorso mira a fornire conoscenze relative alla conservazione degli alimenti, all’igienizzazione delle strutture/attrezzature, e in generale, a tutti gli aspetti inerenti alla materia igiene alimentare.
E' una delle misure di agevolazione previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0 del Ministero dello Sviluppo Economico, per sostenere il processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese stimolando gli investimenti dedicati alla formazione del personale dipendente.
L'impatto della pandemia ha accellerato il lavoro da remoto in Italia. Telelavoro, lavoro agile, smartworking. Ecco i termini che la fanno da padrone da marzo 2020. Ma cosa ne pensa il Presidente inJob Carlo De Paoli? Scopriamolo insieme.