Logo header

Le tendenze salariali nel settore metalmeccanico

03 aprile 2019

Torna alla Lista
Data di pubblicazione: 03 aprile 2019
Il CCNL Metalmeccanica Industria, siglato a novembre 2016, a seguito dell'incontro tra le parti sociali, da giugno 2018 ha aumentato: minimi salariali, indennità di trasferta e reperibilità. Abbiamo fotografato i livelli retributivi dei profili più richiesti e le principali tendenze.

Il 1° giugno 2018 sono entrati in vigore i nuovi importi dei minimi tabellari, segnando un incremento mensile dagli 11,69 €, per il primo livello, ai 21,02 € per l’ottavo. È stata inoltre ridefinita l’indennità di trasferta intera, aumentata a 43,24 €, con modifiche anche sugli aspetti di quota pasto e pernottamento. L’indennità di reperibilità è stata invece suddivisa in 3 fasce a seconda del livello, passando da un compenso settimanale di 6 giorni con festivo e giorno libero di 34,64 € di base, fino a 49,03 € per i livelli più alti.

Quali sono le professioni meglio retribuite del settore?

Tra queste figure troviamo i Progettisti Senior in ambito meccanico, elettrico ed elettronico. Questi profili, con un’esperienza tra i 5 e 10 anni nella mansione, percepiscono mediamente una retribuzione lorda annua intorno ai 50.000 e che raggiunge i 60.000 €, per chi ricopre ruoli di responsabilità.

Il Disegnatore Meccanico è un’altra figura molto richiesta dal mercato. Specializzato nell’utilizzo dei software CAD, elabora disegni tecnici dei macchinari o componenti meccanici e collabora allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche di produzione. Negli ultimi anni, questa figura tecnica ha richiesto un’ulteriore specializzazione, a seguito dell’introduzione di nuovi software di progettazione 2D e 3D. Percepisce, in media, tra i 35.000 e 40.000 euro l’anno.

L’installazione, il collaudo, la manutenzione ordinaria e straordinaria dei macchinari e impianti industriali, sono invece responsabilità dei Montatori e Manutentori meccanici. Professionisti particolarmente qualificati e ricercati dalle aziende del comparto metalmeccanico, che ricevono una RAL che si attesta tra i 30.000 e i 42.000 euro, a seconda del numero di trasferte e commesse.

I Project Manager sono, invece, fondamentali nelle fasi di progettazione, valutazione e gestione dei progetti commissionati dai clienti. Responsabili anche delle attività di approvvigionamento, monitoraggio della documentazione tecnica e delle tempistiche concordate, spesso viene loro richiesta la conoscenza di un’altra lingua straniera, oltre l’inglese. La loro RAL varia dai 50.000 ai 70.000 euro lordi.

Il gap tra la crescente domanda da parte delle aziende e la disponibilità, sul mercato, di profili qualificati, ha contribuito ad un incremento delle retribuzioni degli operai specializzati; dal saldatore al collaudatore, all’operatore CNC. La loro retribuzione annua varia tra i 25.000 e 35.000 euro, a seconda degli anni di esperienza nel settore e del percorso formativo svolto.

Guardando al futuro, sempre più concorrenziali diventeranno anche i salari di figurate specializzate, quali gli Ingegneri R&D e i Responsabili Ambiente e Sicurezza (la cui RAL attualmente si attesa tra i 35.000 € e i 45.000 €); a conferma che le aziende metalmeccaniche investiranno, sempre più, in ricerca e sviluppo e nell’innovazione e protezione ambientale.

 

Se stai cercando personale per la tua azienda, compila il form al link injob.com/RicercaTalenti

Sei alla ricerca di talenti per la tua azienda? Contattaci