Logo header

I numeri del gelato italiano: un mercato da 2 miliardi di euro

29 agosto 2018

Torna alla Lista
Data di pubblicazione: 29 agosto 2018
Produzione in crescita, forte occupazione, attenzione dall'estero e continue spinte innovatrici: il settore del gelato è una realtà italiana forte e caratteristica, cui manca solo una maggiore vocazione all'export per spiccare definitivamente il volo. Scopriamone i dettagli.

Numeri incoraggianti per il brand gelato

In Italia, il gelato è un business da 2 miliardi di euro, con una produzione industriale che ne rappresenta solo un terzo. Su 40.000 addetti, tre quarti lavorano nel settore della gelateria artigianale, e i numeri sono destinati a crescere.
Nell’ultimo periodo, il brand "gelato” sta vivendo un momento d’oro. Sempre più rivenditori all’estero amano definire il proprio prodotto “gelato” (o “Italian gelato”) per differenziarsi dal più prosaico “ice cream”; e propongono una ricetta più fedele a quella classica, servendolo a una temperatura differente.
Il grande incremento dei consumi nel 2017 è dovuto anche alla forte presenza di turisti stranieri nel nostro paese. Nonostante ciò, l’Italia non risulta tra i principali paesi esportatori con solo 223 milioni di litri nel 2016, contro i 401 milioni della Germania e i 398 della Francia - il tutto però a fronte di una produzione complessiva italiana di 660 milioni di litri, ovvero il 19% del totale europeo.

 

Produzione e tendenze: ricette biologiche e gelati gourmet

Gelato industriale o gelato artigianale? La differenza è meno chiara di quanto sembri. Non sono poche le rivendite che si presentano come artigianali, producendo effettivamente il gelato in loco, ma che utilizzano ingredienti semilavorati di provenienza industriale. Ciononostante, la tendenza biologica del mercato alimentare ha investito anche la gelateria, con una crescente attenzione ai prodotti genuini, alle origini protette e alle filiere sostenibili. Questo cambiamento coinvolge anche il packaging, con l’impiego di coppette biodegradabili e stecchi commestibili.
Non mancano i gelati gourmet, dolci e salati, proposti dai grandi chef e dalle gelaterie artigianali più intraprendenti.

 

Figure professionali

Per poter rispondere adeguatamente ai trend di consumo, le piccole e grandi aziende produttrici si concentrano principalmente sulla ricerca di due figure. Gli addetti alla ricerca e sviluppo del prodotto, laureati in scienze e tecnologie alimentari, si occupano di perfezionare i gusti esistenti e di lanciare nuovi sapori; in collaborazione con loro, i Food Designer sperimentano nuove forme e soluzioni creative.
Anche nell’ambito della comunicazione e marketing, il gelato è un prodotto ideale per essere associato a personaggi pop e di tendenza, soprattutto del mondo dell’intrattenimento per bambini e ragazzi. Figura chiave in questo campo è il Licensing Manager, che si occupa di gestire le licenze per l'utilizzo di marchi e di fare scouting per individuare le properties emergenti.

Sei alla ricerca di talenti per la tua azienda? Contattaci