Logo header

La Business Intelligence in una azienda storica del settore elettromeccanico

20 febbraio 2019

Torna alla Lista
Data di pubblicazione: 20 febbraio 2019
Produttore di riferimento di apparecchiature elettromeccaniche nell’ambito della movimentazione e nel sollevamento industriale, Ravioli SpA di Milano guarda al futuro con la quarta generazione rappresentata da Stefano Daidone, AD e Ingegnere gestionale. Scopriamo con lui come il mondo dell’elettromeccanica sta affrontando crescita ed innovazione produttiva.

Ciao Stefano, intanto partiamo da te. Qual è il tuo ruolo in azienda?

Da due anni affianco il Presidente nella gestione di Ravioli SpA, realtà milanese fondata nel 1926, in qualità di Amministratore Delegato. Dopo aver intrapreso un percorso di studi di Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano sono entrato in Azienda con la funzione di Business Intelligence, figura che si interpone tra i vari reparti aziendali e la Direzione, facendo da tramite, coordinamento e interfaccia tra le parti.

 

Ci puoi riassumere il core business di Ravioli Spa?

Ravioli S.p.A. progetta e produce apparecchiature elettromeccaniche per l’industria servendo in tutto il mondo molteplici settori applicativi: da una parte il mondo della movimentazione e del sollevamento industriale, attraverso la trazione elettrica e la produzione di batterie e connettori. Dall’altra, l’edilizia e la movimentazione di gru o carroponte in ambienti industriali, attraverso i nostri radiocomandi, pulsantiere e finecorsa.

 

Come sta mutando il settore delle apparecchiature elettromeccaniche?

Esistono due caratteristiche che a mio avviso stanno permeando tutti i settori in cui operiamo. Assistiamo, in particolare, ad una forte espansione sia in termini di innovazioni tecnologiche - anche di gestione d’impresa - sia in termini di richieste sempre più personalizzate.
Rispondiamo a questi due cambiamenti in due modi. Da un lato, con una sempre maggiore e costante integrazione dell’elettronica nei nostri prodotti elettromeccanici e la crescente automazione di alcuni processi interni per favorire il perfetto “colloquio” tra le varie funzioni.
Dall’altro,  facciamo fronte  alla maggiore richiesta specifica con prodotti progettati intorno al cliente e in collaborazione con lui, fornendo soluzioni su misura a una committenza sempre più attenta.

 

Quali sono gli ambiti che il tuo ruolo richiede di presidiare in una azienda elettromeccanica?

Essendo figura di riferimento tra le varie funzioni aziendali, ogni giorno mi interfaccio con persone e attività differenti, garantendo il coordinamento delle funzioni, l’avanzamento degli obiettivi comuni e il loro raggiungimento; sia in termini commerciali, di strategia di business, marketing e di produzione.
Incontro regolarmente i nostri Product Engineers per lo sviluppo e la supervisione dell’avanzamento di nuovi prodotti a cui stiamo lavorando e delle attività in corso o dell’andamento della produzione.
Mi occupo anche della progettazione e realizzazione di fiere di settore, sia in Italia che all’estero, a cui partecipo in prima persona, e della gestione delle relazioni con Partner esteri.

Un ruolo di coordinamento e gestione delle funzioni che si inserisce in una più ampia capacità di innovazione e di adeguamento al mercato dell'azienda. Processo che interessa molte altre realtà del settore in costante sviluppo nell'ultimo triennio.

Sei alla ricerca di talenti per la tua azienda? Contattaci