Logo header

Bank & Insurance in cifre

20 gennaio 2017

Torna alla Lista
Data di pubblicazione: 20 gennaio 2017

Il settore bancario, in Italia è quello che spaventa di più. Nel 2015 c’era stata una lenta ripresa, poi bloccata a metà 2016. All'orizzonte, sembrano esserci i primi segnali per una nuova risalita entro il 2018.

Quando si pensa agli impiegati amministrativi, bancari o finanziari, la prima immagine che si forma nella mente delle persone sopra i 25 anni è quella del Rag. Fantozzi.

Al contrario, gli impiegati di questi settori sono oggi molto distanti dal nostro tragicomico connazionale.
Si tratta, infatti, di persone preparate, con un background di respiro scientifico - matematico, che si sono formate nelle migliori università economiche.

I numeri del settore sono la parte degna di nota, dal momento che dimostrano la peculiarità dell’Italia rispetto al resto del mondo.
I dati emersi da LinkedIn disegnano un quadro in cui i talenti del Banking hanno una carriera molto stabile e difficilmente cambiano datore di lavoro.

I numeri

In Italia, questo settore occupa 457.149 professionisti. Di questi solo l’1,3% (quasi 6.000 persone) è aperto a nuove opportunità. In Job è già in contatto con 2.382 talenti del settore e può, quindi, vantare un ottimo pool di candidati.

Una caratteristica molto interessante di questo settore è che le persone si muovono solo all’interno della stessa industry.

A livello globale, la maggior parte dei professionisti del banking non restano più di 2 anni nella stessa azienda, mentre, in Italia quasi la totalità ci resta per più di 10 anni. In moltissimi, inoltre, continuano la carriera nella stessa azienda anche fino all’età del pensionamento ed oltre, dimostrando una grande fedeltà al marchio per cui operano.

L’educazione degli operatori di questo settore è, ovviamente, orientata al mondo matematico-economico. Però, ben il 3,4% delle persone possiede come ultimo titolo di studio il diploma di liceo scientifico.
La maggior parte dei laureati, invece, ha frequentato la Bocconi o università con possibilità di viaggi all’estero, finalizzati a conoscere lo scenario economico di altre nazioni.

Le facoltà più frequentate sono: Economia, Business & Management, Finance e Marketing. Gli stessi argomenti sembrano rappresentare anche i loro maggiori interessi per quanto riguarda gli articoli di approfondimento on-line.

Sei alla ricerca di talenti per la tua azienda? Contattaci

In Job continua ad essere
al tuo fianco
in totale sicurezza

Leggi di più