Logo header

Le 4 principali novità della Legge di Bilancio 2020 in materia di amministrazione del personale

31 gennaio 2020

Torna alla lista
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2020
La Legge di Bilancio 2020 (Legge n. 160 del 27 dicembre 2019 pubblicata nella G.U. n. 304 del 30 dicembre 2019) introduce significative novità coinvolgenti sia imprese che lavoratori.

Tra queste segnaliamo:

  • l’innalzamento a 7 giorni del congedo obbligatorio di paternità
  • la modifica delle soglie di esenzione dei ticket in formato cartaceo ed elettronico
  • l’incremento del c.d. bonus asilo nido
  • l’istituzione di un fondo volto a ridurre il cuneo fiscale

 

CONGEDO OBBLIGATORIO DI PATERNITA’

L’art. 1, comma 342 della Legge di Bilancio 2020 ha:

  • elevato a 7 giorni il periodo di congedo obbligatorio di paternità in relazione ai figli nati o adottati dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020, fruibile (anche in via non continuativa ma non tramite frazionamento ad ore) entro 5 mesi dalla nascita, dall’ingresso in famiglia o dall’entrata in Italia del minore
  • confermato la possibilità per il padre lavoratore di fruire di 1 giorno di congedo facoltativo previo accordo con la madre e in sostituzione della giornata di congedo obbligatorio spettante a quest’ultima

 

BUONI PASTO

La Legge di Bilancio 2020 modifica la lettera c) del comma 2 dell’art. 51 TUIR portando:

  • da 7 a 8 euro la soglia di deducibilità dei ticket in formato elettronico
  • da 5,29  a 4 euro la soglia dei ticket in formato cartaceo

Per effetto della modifica apportata il “nuovo” articolo stabilisce quindi che non concorrono alla formazione del reddito del lavoro dipendente le prestazioni sostitutive delle somministrazioni di vitto fino all’importo complessivo giornaliero di euro 4, aumentato a euro 8 nel caso in cui le stesse siano rese in forma elettronica.

Viene confermato che non costituiscono reddito da lavoro dipendente:

  • le somministrazioni di vitto da parte del datore di lavoro nonchè quelle in mense organizzate direttamente dal datore di lavoro o gestite da terzi
  • le indennità sostitutive, fino all’importo complessivo giornaliero di euro 5,29, delle somministrazioni di vitto corrisposta agli addetti ai cantieri edili
  • ad altre strutture lavorative a carattere temporaneo
  • ad unità produttive ubicate in zone dove manchino strutture o servizi di ristorazione

Servizi (non concorrono a formare reddito)

Limiti al 31.12.2019

Limiti dall’1.01.2020

  Somministrazioni di vitto da parte del datore di lavoro

Intero importo

Intero importo

  Buono pasto cartaceo

5,29 euro al giorno

4 euro al giorno

  Buono pasto elettronico

7 euro al giorno

8 euro al giorno

  Indennità sostitutiva corrisposte agli addetti ai cantieri        edili, ad altre strutture lavorative a carattere temporaneo    o ad unità produttive ubicate in zone dove manchino       strutture o servizi di ristorazione)

5,29 euro al giorno

5,29 euro al giorno

 

BONUS ASILO NIDO

L’articolo 1 comma 355 della Legge n. 232 dell’11 dicembre 2016 aveva introdotto un contributo in favore delle famiglie che sostengono il pagamento

  • di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati ovvero
  • per l’introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione in favore dei bambini al di sotto dei tre anni, affetti da gravi patologie croniche

Il buono in esame viene erogato mensilmente dall’INPS direttamente al genitore richiedente che ha sostenuto il pagamento della retta a strutture pubbliche o private, dietro presentazione di idonea documentazione.

La Legge di Bilancio 2020 incrementa gli importi massimi erogabili su base annua dall’INPS, graduandoli in funzione del valore ISEE della famiglia di appartenenza del minore che frequenta asili nido pubblici o privati.

A partire dal 1° gennaio 2020 il bonus viene erogato nei seguenti importi massimi:

  • 3.000 euro per i nuclei familiari con ISEE di valore non superiore a 25.000 euro
  • 2.500 euro per i nuclei familiari con ISEE di valore compreso tra 25.001 e 40.000 euro
  • 1.500 euro per i nuclei familiari con ISEE superiore ai 40.000 euro

 

CUNEO FISCALE

La legge di Bilancio 2020 (art.1comma7) interviene anche in materia di taglio del c.d. cuneo fiscale cioè la riduzione delle tasse sui lavoratori dipendenti.

In particolare si prevede la costituzione di un “Fondo per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti” con una dotazione di:

  • 3 miliari di euro per l’anno 2020 
  • 5 miliardi di euro per il 2021

Nell’articolo si precisa che la riduzione del carico fiscale in oggetto verrà attuata tramite specifici provvedimenti attuativi a partire da luglio 2020.

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 70.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.

In Job continua ad essere
al tuo fianco
in totale sicurezza

Leggi di più