Logo header

Cosa cercano gli HR di aziende digitali per i progetti Fintech?

12 luglio 2018

Torna alla lista

Posizioni di lavoro aperte per:

Construction & Furniture
Trezzano Sul Naviglio
Data di pubblicazione: 21/08/2018
In Job S.p.A.- Career Center di Milano seleziona COMMUNICATION SPECIALIST per importante re...
Dettagli
Retail
Scandiano
Data di pubblicazione: 21/08/2018
In Job S.p.A. – Career Center di Sassuolo seleziona PANETTIERE per azienda cliente della Gr...
Dettagli
Vedi tutti
Data di pubblicazione: 12 luglio 2018
Frequenti cambiamenti tecnologici, carenza di candidati aggiornati, elevati standard di qualità richiesti dal Fintech. Le figure HR delle aziende di servizi digitali devono affrontare selezioni sempre più complesse. Ecco i profili più richiesti del settore.

Architetti IT e Business Analyst

Entrambe le figure si configurano come analisti che operano nelle prime fasi progettuali. Si occupano di analizzare e comprendere come i servizi digitali possono evolvere rispetto a specifici obiettivi e performance. Devono conoscere profondamente tutti i possibili ecosistemi infrastrutturali e relativi linguaggi per poter progettare soluzioni integrabili con il sistema esistente.
Sono entrambe figure tecniche con expertise specifiche ma complementari: insieme devono sapere costruire progetti capaci di rispondere alla richiesta sia dei reparti business - Marketing e Sales - sia dei reparti di processo operativo, ovvero l’area legale e IT.

 

Service Designer e UXers

Le attività di Service Design permettono di innovare i servizi che mettono in relazione le aziende con i loro clienti. In un contesto come quello del Fintech, è fondamentale avere in team anche esperti di Service Design che - attraverso metodologie di co-progettazione e strumenti come Sketch e Axure RP - possono tradurre su carta processi e progetti che nascono da workshop con differenti attori. I servizi digitali sono sempre più permeanti e toccano ormai tutte le aree funzionali delle aziende.
Insieme al Service Designer opera lo UXer, che si occupa di prototipare e disegnare le interfacce dei servizi.
Si tratta di figure professionali emergenti e in grande evoluzione, con seniority difficilmente reperibili, soprattutto se si richiede un'esperienza pregressa in ambiti bancari e assicurativi.

 

Frontender e Full Stack Developer

Accedere alla propria posizione finanziaria, eseguire un bonifico, verificare i propri investimenti: sono queste alcune delle azioni tipiche dei servizi di una Fintech. Qualunque malfunzionamento o criticità aumenta il rischio di disservizi e, quindi, il rischio di defezioni da parte dell'utente. Ecco perché è importante sviluppare interazioni veloci e sicure. La conoscenza di linguaggi come AngularJS, ReactJS o la gestione di Single Page Application è tra i requisiti chiave nelle selezioni di Frontender. Inoltre, sono indispensabili competenze di visual design - per rispettare le guideline grafiche - oltre a competenze in ambienti di backend per gestire il flusso dati in totale sicurezza.

 

Non solo verticalità

Ma bastano queste specifiche expertise? La risposta è "no". Il mercato richiede anche la conoscenza del contesto dei servizi bancari e assicurativi, e del quadro generale dei processi appartenenti a più aree funzionali: in particolare quelle IT, legali e compliance.
Comprendere questi aspetti è fondamentale per operare con efficacia. Inoltre, le soft skills correlate al Project Management devono essere idonee a team di lavoro allargati, che hanno al loro interno figure non solo dell'azienda cliente, ma anche di terze parti e fornitori.
Questi team richiedono un impegno costante nell’ascolto, nella gestione, convergenza e sintesi molto elevato. Le doti di comunicazione e team working sono pertanto necessarie per ridurre il rischio di possibili rallentamenti o blocchi dei progetti in corso. 

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 70.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.