Logo header

La tua azienda è pet friendly?

25 gennaio 2017

Torna alla lista

Posizioni di lavoro aperte per:

Chemical & Pharmaceutical
Torrile
Data di pubblicazione: 17/08/2018
In Job S.p.A-  Career Center di Parma seleziona ADDETTO CONFEZIONAMENTO COSMETICO per azien...
Dettagli
Professional Services
Tione Di Trento
Data di pubblicazione: 17/08/2018
In Job S.p.A. - Career Center di Arco seleziona .NET DEVELOPER SENIOR per realtà operante n...
Dettagli
Vedi tutti
Data di pubblicazione: 25 gennaio 2017
L’ultima frontiera per migliorare il clima aziendale è offrire la possibilità ai dipendenti di portare il proprio animale domestico in ufficio almeno una volta a settimana. Una policy non certo facile da applicare ma che può portare numerosi benefici, anche al business.

Cani e gatti in ufficio aumentano la produttività

Negli ultimi anni, diversi studi* hanno dimostrato come la presenza di animali domestici in azienda possa contribuire a diminuire i livelli di stress e favorire le relazioni, il team working e, di conseguenza, la produttività. I padroni degli animali si sentono più tranquilli, senza l’ansia di tornare a casa e magari scoprire che il proprio cucciolo si è sfogato sul divano. Ma i benefici si estendono a tutte le risorse umane grazie all’empatia positiva che producono gli animali.

 

Una novità che prende piede soprattutto nelle grandi aziende

Negli USA, il 17% delle aziende è pet friendly, una cifra ancora bassa ma in costante crescita. Nella stragrande maggioranza si tratta di multinazionali legate all’innovazione, come Amazon e Google che hanno la possibilità di dedicare agli animali un’area riservata degli uffici. E lo stesso vale per l’Italia dove oltre a Google, stanno adottando questa politica soprattutto grandi realtà, come Nintendo, Mars e Purina.

Spesso l’iniziativa riguarda solo un giorno speciale a settimana (ad es. il Pet Friday) in cui tutti i dipendenti possono portare il proprio fido o micio in ufficio. Un evento molto più gestibile rispetto a una presenza continuativa.

 

Anche i gatti sono i benvenuti

Quando parliamo di animali domestici in ufficio pensiamo subito ai cani, ma non mancano le iniziative dedicate anche ai gatti. Anzi. Nel 2015 fece scalpore la notizia di un’azienda di Tokio, la Ferray Corporation che decise di assumere 9 gatti per aumentare la produttività dei dipendenti. Nonostante i graffi alle pareti, i cavi morsicati e i peli lasciati in sala riunioni, l’esperimento ha avuto successo e continua tuttora.

Per una azienda che volesse introdurre questa novità, il consiglio è di andare per gradi. A partire dalla partecipazione, il 22 giugno, al “Take your dog to work day”. Un giorno speciale dove le aziende di tutto il mondo sono invitate ad aprire le porte agli amici a 4 zampe.

 

* R.T. Barker, J. S. Knisely and S.B. Barker, R. K. Cobb, C. M. Schubert (2012), “Preliminary investigation of employee’s dog presence on stress and organizational perceptions”, International Journal of Workplace Health and Management, Vol.5 Iss1 pp.15-30

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 70.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.