fbpx

Career Plan

Lo stage può essere un’esperienza davvero formativa?

Il 10 novembre è la giornata mondiale degli stagisti. Ma chi sono questi ragazzi? Cosa desiderano, a cosa aspirano? E soprattutto: il tirocinio può essere un’esperienza effettivamente formativa? Noi di inJob pensiamo di sì e in questo articolo diamo qualche dritta utile per affrontare con successo un percorso di stage!

Lo stage può essere un’esperienza davvero formativa?

I consigli di inJob in occasione della Giornata mondiale degli stagisti

 

Il 10 novembre è la Giornata mondiale degli stagisti.

Discusso, criticato, chiacchierato e sempre al centro di lunghi dibattiti: il tirocinio è sicuramente un argomento che non smette di accendere l’interesse di giovani e aziende.

Quello che si tende a dimenticare è che tutti i ragazzi che si affacciano ad uno stage sono accomunati da sogni e speranze molto simili.

Si tratta di giovani provenienti da ogni parte del mondo e che non potrebbero essere più diversi per lingua, cultura, percorso educativo; eppure i giovani che decidono di intraprendere un tirocinio hanno moltissimo in comune.

 

Chi sono gli stagisti?

Gli stagisti sono ragazzi che muovono i primi passi nel mondo del lavoro.

Prima di tutto, vogliono acquisire nuove competenze: desiderano iniziare un percorso che sia realmente formativo e coerente con quanto hanno studiato a scuola o all’università. Vogliono confrontarsi attivamente con figure esperte, dalle quali apprendere i “trucchi” del mestiere.

Vorrebbero ricevere un compenso minimo, in modo da potersi mantenere almeno parzialmente senza pesare sui propri genitori.

 

I buoni motivi per svolgere un tirocinio

Perché mettersi alla prova con un tirocinio?

 Per fare esperienza, passando dal piano teorico al piano pratico. Non sempre gli studi offrono un valido percorso di orientamento al lavoro e uno stage è l’occasione perfetta per mettere le “mani in pasta”.

  • Verificare se le mansioni di cui ci si occupa corrispondono ai propri reali interessi: si può constatare in prima persona se un settore lavorativo ci stimola oppure no.
  • Lo stage rappresenta un momento di crescita, in cui acquisire nuove competenze ed evolvere dal punto di vista professionale ma anche sul piano personale.
  • Durante il tirocinio si ha l’occasione di mettere in luce i propri limiti e punti di forza. Questo aiuta a raggiungere consapevolezza professionale e a guadagnare fiducia in sé stessi.
  • Il rimborso spese per il lavoro svolto aiuta i ragazzi a comprendere il reale valore del denaro e dell’indipendenza economica.

 

Affrontare con successo uno stage formativo

Non è affatto automatico che il tirocinio risulti un’esperienza positiva.

Se parte della responsabilità ricade sull’azienda ospitante, c’è qualche dritta pratica che i tirocinanti dovrebbero tenere a mente per il successo di questo periodo formativo:

  • Essere predisposti all’apprendimento, dimostrandosi curiosi e ricettivi.
  • Osservare i colleghi, le dinamiche aziendali e i dettagli della quotidianità lavorativa.
  • Essere capaci di socializzare in modo sano e costruttivo.
  • Assumersi la responsabilità dei propri (inevitabili e normali) errori, chiedendo consigli e insegnamenti.
  • Dimostrarsi puntuali e rispettosi delle regole vigenti (quelle di abbigliamento, ad esempio).
  • Ottima la proattività, evitando però di sembrare poco umili o non disponibili a pazientare prima di acquisire incarichi di responsabilità.
  • Ricordare che non è automatico che il tirocinio si trasformi in un lavoro retribuito.

Altri articoli che potrebbero interessarti