fbpx

Career Plan

Diventare Quality Manager

Di fronte a standard di qualità sempre più evoluti, complessi ed estesi a tantissime aree di business, la figura del Quality Manager inizia ad assumere una valenza altamente strategica nella competitività di una azienda. Vediamo allora a grandi linee in cosa consiste il suo lavoro e qual è il migliore percorso di studi per intraprendere una carriera di questo tipo.
Team inJob
Team inJob Autore

Mai sentito parlare di ISO 9001?
Probabilmente sì e anche diverse volte.

La certificazione ISO 9001 è utilizzata per incrementare la fiducia nei prodotti e servizi forniti dalle aziende, sia nei confronti dei consumatori, sia soprattutto all’interno del cosiddetto mercato BtoB: tra partner commerciali, nella scelta dei fornitori e come requisito indispensabile per la partecipazione a bandi di gara.

L’azienda si candida a ottenere la certificazione e poi un organismo indipendente verifica il rispetto di tutti i requisiti.

Obiettivo: premiare quelle realtà che mirano costantemente alla soddisfazione del cliente.

Qualità a 360 gradi.

Il Quality Manager è incaricato di mettere in campo tutte quelle azioni utili per rispettare le normative ISO 9001, verificando la corretta conformità dei prodotti e servizi erogati dall’azienda. Deve così comprendere e analizzare le esigenze dei clienti e poi fare in modo che queste esigenze siano rispettate nelle caratteristiche dei prodotti o servizi forniti, gestendo tutti i processi per ottenere i risultati attesi.

Spesso la gestione della qualità interessa tutti i livelli aziendali, dall’approvvigionamento delle risorse alle modalità con cui i materiali vengono assemblati, dal customer care fino alle modalità di spedizione e consegna.

La qualità è un concetto così esteso che è davvero difficile individuare esattamente i confini della sua professione. Confini che variano molto da azienda ad azienda e da settore a settore.

Tutte le qualità del Quality Manager.

Il Quality Manager è una persona pragmatica, in grado di definire obiettivi raggiungibili. Scrupolosa, per controllare che questi vengano rispettati giorno per giorno. Aperta al confronto, perché deve dialogare con tanti diversi dipartimenti aziendali. È un ruolo difficile ma anche molto stimolante. Oggi più che mai trovare nuovi clienti è complicato e molte aziende puntano sulla fidelizzazione di quelli abituali. In questo senso, anche a livello dirigenziale, la gestione della qualità viene percepita come un asset strategico, proprio perché aumenta la soddisfazione del cliente.

Qual è il percorso ideale?

Una laurea in economia o ingegneria gestionale possono essere un ottimo inizio seguito da un master specifico, magari in Total Quality Management che riguarda appunto una gestione su vari ambiti – qualità, ambiente e sicurezza.

Se poi avete già un po’ di esperienza, In Job ha una posizione aperta come Junior Quality Manager

Altri articoli che potrebbero interessarti