Logo header

Arredo e design. I Millennial trainano le vendite online

07 novembre 2017

Torna alla Lista
Data di pubblicazione: 07 novembre 2017
In Italia, dopo quello dedicato al food, l'e-commerce di arredamento è il mercato digitale che registra in Italia il ritmo di crescita più elevato. Una evoluzione guidata dai gusti e dalle abitudini delle nuove generazioni che spingono il settore a rinnovare le proprie scelte strategiche.

+ 31% nel 2017

Gli ultimi dati pubblicati*, relativi al 2017, mostrano una crescita dell'e-commerce in Italia, in ambito arredamento e home living, del 31%, per un giro di affari pari a circa 900 milioni di euro. Numeri in linea con la precedente ricerca dell'Osservatorio eCommerce B2C del Politecnico di Milano, secondo cui, nel 2016, l'arredamento online aveva totalizzato un incremento del 48% rispetto all'anno precedente, con un valore complessivo di 650 milioni di euro.

 

Target giovane, con tanta voglia di vintage

Oggi in Italia, il 56% della popolazione utilizza internet per arredare casa e gli spazi outdoor. Un dato importante che vede i Millennial grandi protagonisti di questa rivoluzione digitale. Iperconnessi (soprattutto tramite smartphone), attenti al risparmio e alle ultime tendenze, i giovani utilizzano il web alla scoperta di mobili, complementi, lampade e oggetti di design con grande disinvoltura e massima libertà di scelta anche per quanto riguarda i brand. Sono loro i primi a guidare i nuovi trend del mercato: minimalismo, stile nordico, shabby chic e vintage che ormai vale (in termini di fatturato) quasi quanto l'arredamento moderno.

 

Il salotto è il principe dell'arredo via internet

Per andare più in profondità sulle scelte dei consumatori possiamo citare a una recente indagine di Privalia Watch - laboratorio di mercato dell'outlet online di moda e lifestyle. Il salotto di casa è la stanza preferita per gli acquisti via web (50% degli intervistati). Il 60% afferma di comprare oggetti di arredamento anche come regalo per amici e parenti, e tra le motivazioni di un acquisto online il 73% indica l'estetica come fattore trainante, seguita dalla funzionalità (60%) e dal risparmio (54%); mentre tematiche di attualità come l'ecosostenibilità non sembrano avere un ruolo così rilevante. Infine, il 97% del campione afferma che l'offerta dei canali e-commerce del settore negli ultimi anni è cresciuta in modo esponenziale e oggi è equiparabile a quella offline.

 

*SMS Consulting (ottobre 2017)

Sei alla ricerca di talenti per la tua azienda? Contattaci