Logo header

LinkedIn: conviene passare ad un account premium?

12 gennaio 2017

Torna alla lista

Posizioni di lavoro aperte per:

Professional Services
Verona
Data di pubblicazione: 17/08/2017
In Job Spa Career Center di Verona seleziona SISTEMISTA  per azienda operante nel settore i...
Dettagli
Professional Services
Verona
Data di pubblicazione: 17/08/2017
In Job SpA Career Center di Verona seleziona TECNICO HARDWARE per importante azienda operan...
Dettagli
Vedi tutti
Data di pubblicazione: 12 gennaio 2017
Vale la pena investire in un account premium? Chi usa LinkedIn con una certa frequenza prima o poi si è fatto questa domanda. La risposta, come spesso accade, non è la stessa per tutti. Ecco i nostri consigli per non bruciare le tappe e fare “il grande passo” con la massima consapevolezza.

Quanto conosci la versione free?

Prima di considerare l’acquisto di un account Premium, chiediti se davvero conosci perfettamente la versione free di LinkedIn. Se non hai ancora completato il tuo profilo al 100% o non sai cosa siano i filtri della ricerca avanzata, forse non sei ancora pronto! Se invece conosci già tutti i segreti della versione free, abbonarsi può essere un’ottima soluzione per ampliare i tuoi orizzonti. 

 

Ti interessa sapere chi visita il tuo profilo?

Con un account gratuito si possono vedere solo i nomi degli ultimi 5 profili che hanno visitato la propria pagina, mentre passando alla versione Premium è possibile consultare l’elenco completo dei professionisti che hanno cercato il nostro profilo negli ultimi 90 giorni. In più, si può sapere come ogni contatto ci ha localizzato, magari ricontattando il profilo tramite messaggio InMail. Se visualizzare l’identità dei visitatori può rappresentare un grande valore aggiunto, allora è decisamente il caso di diventare Premium.

 

Vuoi contattare altri professionisti tramite InMail?

Mai provato a inviare un messaggio a una persona esterna al proprio network? Con un account free, sicuramente la risposta sarà negativa. Infatti, solo con un account Premium è possibile entrare in contatto diretto con le persone al di fuori dei collegamenti (da 3 al mese con il piano Business fino a 25 al mese con la versione Executive) superando così il limite dei 2 livelli di connessione. Uno strumento indispensabile per estendere velocemente il proprio network.

 

Hai valutato costi e benefici?

I prezzi delle versioni a pagamento non sono esattamente abbordabili ma, per chi usa LinkedIn a un livello professionale, l’account Premium può essere un ottimo investimento. Chi cerca lavoro può trovare più velocemente una occupazione più remunerativa, così come un commerciale può moltiplicare i suoi contatti generando nuove opportunità di business. L’importante è darsi degli obiettivi e monitorare le performance.

Ogni abbonamento ha caratteristiche dedicate, ciascuna in grado di rapportarsi al meglio con il servizio Linkedin, così come i servizi JobSeeker, Sales e Talent. In generale, chi si abbona registra un incremento delle visite sul proprio profilo ed è soddisfatto dell’investimento. Il passaggio, insomma, è sicuramente consigliato se si ha un chiaro obiettivo. Tuttavia, coloro che non hanno ancora perfetta dimestichezza con la versione gratuita di LinkedIn (compensabile anche con un buon corso di formazione) faranno bene ad esplorare prima tutte le potenzialità offerte gratuitamente dal social network.

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 65.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.