Logo header

Essere HR Consultant nel Food: il cioccolato fondente e l'expertise nel settore alimentare

19 maggio 2016

Torna alla lista

Posizioni di lavoro aperte per:

Construction & Furniture
Buccinasco
Data di pubblicazione: 02/12/2016
In Job S.p.A.- Career Center di Milano seleziona PROGETTISTA ELETTRONICO   Mansioni Prog...
Dettagli
Machinery
Carrara
Data di pubblicazione: 02/12/2016
In Job S.p.A.- Career Center di Milano seleziona un ASSISTENTE TECNICO DI CANTIERE Mansioni ...
Dettagli
Vedi tutti
Data di pubblicazione: 19 maggio 2016
Dalle mele della Val di Non alla passione per la cioccolata. Intervista a Erica Clementel, nostra HR Consultant specializzata nel settore alimentare.

Quali sono le radici del tuo entusiasmo per l’enogastronomia?

Sono metà trentina e metà veronese. I miei ricordi d’infanzia sono legati alla terra delle mele, la Val di Non. Ho sempre avuto un interesse smisurato per i percorsi enogastronomici e ai tempi dell’università, tra i vari lavoretti, ho svolto anche quello in pasticceria. Il mio dolce preferito? Il cioccolato senza dubbio, sono golosa e sono un’assidua visitatrice del Chocolat Alprose. Non per altro il giorno della laurea i miei amici mi hanno vestito da cioccolatino…

Come ti sei avvicinata al settore Food?

Mi occupo dell’alimentare da quattro anni e seguo tutte le aziende che producono e commercializzano prodotti, dal dolciario alla confettura, dai salumi alla pasta fino al caffè. Lavorare a stretto contatto con queste realtà è uno stimolo oltre che un piacere… a volte proprio del palato. Mi è capitato che un cliente mi riempisse il baule di sue leccornie solo grazie alla battuta “Ma quanto mi piace questo nuovo prodotto”. Ovviamente potrete capire la felicità dei colleghi al mio rientro in ufficio: la merenda era pronta! Si potrebbe dire che sono davvero garante della qualità di questi alimenti.
Visitando gli stabilimenti e conoscendo a fondo le dinamiche interne di queste aziende mi piace vedere e studiare il percorso che i prodotti fanno dalla produzione allo scaffale, dal controllo qualità alle campagne promozionali. E’ un mondo affascinante e i trend che genera come mercato lo sono ancora di più. La mia esperienza mi insegna che tutte le aziende, dalle più note alle piccole, stanno spingendo sull’acceleratore per le vendite all’estero dove il marchio Italia è riconosciuto e stimato. Un’altra tendenza è legata al fatto che tutte le imprese del settore si stanno sempre più focalizzando sul trade marketing, sulle campagne pubblicitarie e sull’analisi dei competitor. Il posizionamento del proprio brand è fondamentale.

Quali profili professionali selezioni principalmente?

Le figure che mi richiedono abitualmente sono Export Manager, Business Developer e Trade Marketing Manager, tutto in linea con le tendenze descritte prima, come seconda “famiglia” ci sono i profili legati al controllo qualità e, il terzo ambito che è di notevole importanza, è composto dai tecnici commerciali ovvero tecnologi alimentari che si interfacciano con i clienti e forniscono informazioni dettagliate sugli ingredienti e sui processi produttivi.

Un aneddoto sulla rottura del ghiaccio durante una visita?

Una volta, in Trentino, un cliente mi ha domandato se fossi di Fai della Paganella (Clementel è un tipico cognome del paese, mio nonno infatti era nativo di là) raccontandomi che era della zona e facendomi un paio di battute in dialetto trentino..  insomma una rottura del ghiaccio perfetta. A Verona spesso devo fare lo spelling del mio cognome :)

Cerchi un partner che ti supporti nella selezione di professionisti nel settore Food & Beverage? Contattami e individuerò la persona giusta per il tuo business.
 

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 65.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.