Logo header

Diventare Chief Technology Officer

04 dicembre 2015

Torna alla lista

Posizioni di lavoro aperte per:

Machinery
Brusaporto
Data di pubblicazione: 05/12/2016
In Job S.p.A.- Career Center di Bergamo seleziona OPERAIO GENERICO per azienda multinaziona...
Dettagli
Machinery
Affi
Data di pubblicazione: 05/12/2016
In Job S.p.A. - Career Center di Verona seleziona OPERATORE MACCHINE CNC per azienda operan...
Dettagli
Vedi tutti
Data di pubblicazione: 04 dicembre 2015
Sviluppo tecnico, informatico e digitale. Sempre più aziende oggi devono gestire questi 3 aspetti in maniera evoluta e integrata attraverso una figura specialistica che abbina conoscenze tecnologiche e buone doti di manager: il Chief Technology Officer.

Un dato è certo. La tecnologia è ormai il principale driver di crescita di tantissime aziende di qualsiasi settore. L’innovazione non riguarda più il futuro ma il presente. Oggi, una realtà che vuole davvero evolversi, in qualsiasi ambito, ha l’urgente necessità di dotarsi di un capitale umano e tecnologico di primo livello, da gestire, mantenere e implementare giorno per giorno.

Un ruolo strategico a 360 gradi.

Per questo anche in Italia, negli ultimi anni, si è affermata la figura del Chief Technology Officer. Una figura specializzata che ha il compito di seguire le dinamiche relative allo sviluppo tecnico, informatico e digitale di tutta l’azienda.

Ovviamente le necessità tecnologiche dell’azienda possono differire in maniera importante da settore a settore, ma il suo rimane un ruolo di supervisione che non può e non deve entrare nell’operatività, visto che ha l’obiettivo primario di garantire una visione globale di tutti i processi tecnologici.

Il Chief Technology Officer propone investimenti, progetti di modernizzazione dell’infrastruttura, valuta partnership e fusioni, coordina il personale dei vari reparti per le sfere di sua competenza e si impegna a organizzare percorsi di formazione ad hoc attraverso corsi, fiere e convegni specialistici.

Studi e retribuzione.

Normalmente un Chief Technology Officer proviene da un percorso di studi in materie tecniche, come ad esempio una laurea in ingegneria o informatica, in quanto deve possedere una conoscenza specifica dei linguaggi di programmazione, dei software e degli ambienti di sviluppo. Ma alle conoscenze tecnologiche deve affiancarsi nel tempo anche una attitudine al management e al marketing, doti che è possibile sviluppare grazie a master specifici.

La retribuzione parte in genere dai 50.000 euro per raggiungere e superare i 100.000 euro, in base agli anni di esperienza e all’importanza del suo ruolo all’interno dell’azienda. Ma come sappiamo, l’innovazione è ormai un asset fondamentale per qualsiasi realtà.

Affidaci la selezione dei tuoi talenti per la tua azienda

Un network di 65.000 professionisti: i nostri HR Consultant troveranno le risorse più adatte alla tua azienda per raggiungere successi reali.